FANDOM


L'alce (Alces alces, Linnaeus 1758) è il più grande cervide esistente, e si distingue dagli altri membri della stessa

Statua-alce-piu-grande-del-mondo-norvegia-4

famiglia per la forma dei palchi (che è comune, ma scientificamente scorretto, definire corna) dei maschi. Queste salgono come raggi cilindrici su ogni lato, proiettati ad angolo retto dalla linea mediana del cranio, e si dividono a forchetta dopo breve distanza. La punta inferiore della forchetta può essere semplice oppure divisa in due o tre protuberanze, talvolta appiattite.

Il nome latino alces, da cui il nome volgare in italiano, alce, ha un'antica origine indoeuropea ed è la stessa parola dell'inglese elk e del tedesco Elch.

In America elk indica invece il wapiti, mentre per l'alce si usa il termine moose, che si ritiene derivi dal vocabolo mus della famiglia linguistica algonchina.

Nella sottospecie propria della Siberia orientale (Alces alces bedfordiae), la divisione posteriore della forchetta principale si suddivide a sua volta in tre protuberanze, senza appiattimento. Nell'alce comune (Alces alces alces), invece, questa ramificazione si espande in un'ampia struttura palmata, con un largo ramo alla base e un certo

Mp alce

numero di seghettature minori sul bordo libero.

Esiste tuttavia una variante scandinava dell'alce comune, in cui i palchi sono più semplici e ricordano quelli della sottospecie siberiana.

I palchi palmati appaiono più marcati nella sottospecie nordamericana (Alces alces americanus) che non in quella scandinava. La sottospecie più grande è quella dell'Alaska (Alces alces gigas), che raggiunge mediamente una altezza di 210 cm al garrese e un'ampiezza

131603624-media-39a40b46-f21a-4da0-a82b-d6b9f9bbd197

dei palchi di 180 cm.

La lunghezza delle zampe conferisce all'alce un aspetto decisamente goffo. Il muso è lungo e carnoso, e ha solo una piccola area glabra sotto le narici; i maschi posseggono una particolare sacca che pende dal collo, nota come "campana".

A causa del corto collo l'alce non è in grado di pascolare, e il suo principale nutrimento consiste in germogli e foglie di salice e betulla, nonché di piante acquatiche (come Arnicus brucitus). Questi ruminanti si trovano spesso a

Index

cibarsi nelle terre umide delle aree temperate.

I maschi dell'alce hanno un peso medio di oltre 550 kg, e le femmine superano spesso i 400 kg. I piccoli pesano circa 15 kg alla nascita, ma aumentano velocemente di taglia. L'altezza al garrese varia generalmente dai 2,1 ai 2,3 m. Solo i maschi hanno i palchi, con ampiezza media di 160 cm e di peso sui 20 kg, con forma palmata e appiattita, spesso orlata.

Un alce dell'Alaska scoperto nel 1897 detiene il record come cervide moderno più grande; si trattava di un maschio di 2,34 m d'altezza e con un peso di 816 kg. I suoi palchi avevano un'apertura di 199 cm.

L'alce ha una distribuzione tipicamente circumpolare, essenzialmente legate alle foreste fredde o temperato-fredde. In Nordamerica, il taglio delle foreste del nord ha ampliato verso settentrione la zona del Cervo dalla Coda Bianca. Nei punti di sovrapposizione delle aree dei due animali, l'alce è soggetto ai parassiti del cervo, come il verme cerebrale, il Parelaphostrongylus tenuis e il Dermacentor albipictus, che possono essere fatali alla popolazione di alci.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.